Per ottimizzare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza cookies. Cliccando accetta si autorizza l'uso dei cookies. Maggiori informazioni
Accetto
Facebook Instagram

WHATSAPP +39 370 3650162

EMAIL info@regalasalute.it

 

Conosci le piante antinquinamento

ANTHURIUM

PROPRIETA’ DEPURATIVE DELLA PIANTA

Anthurium è tra le piante più efficaci nella rimozione di  formaldeide, xilene e toluene, ammoniaca.

La formaldeide è uno degli inquinanti volatili più comuni negli ambienti indoor: mobili, tendaggi, tappeti, fumo di sigaretta, sono alcune fonti.

Dalle tappezzerie e tappeti, dal fumo di sigaretta, e dalla carta stampata, derivano anche toluene e xilene. Una fonte importante è anche l’aria proveniente dall’esterno.

L’ammoniaca deriva dai prodotti usati per la pulizia della casa, ma anche da fertilizzanti e urina degli animali domestici.

Quando una pianta assorbe la formaldeide, soprattutto con le foglie giovani, questa entra nelle cellule e viene degradata producendo energia e anidride carbonica. Anche le radici possono contribuire, insieme ai microrganismi del suolo.

Come si fanno gli esperimenti. Le piante vengono fatte abituare all’ambiente indoor per oltre 1 mese, con luce artificiale. Alcuni vasi di piante sono inseriti in una camera di 1m3 chiusa e sigillata, di vetro o acciaio, con umidità, temperatura e luce controllate. Si inserisce aria contenente formaldeide a concentrazione nota, con velocità di 6 litri al minuto. Si misura la concentrazione di formaldeide nell’aria che esce dalla camera. Si valuta la diminuzione in presenza di piante, a confronto con camere senza piante in rapporto al tempo trascorso e alla superficie delle foglie.  Per i ricercatori questo la rende una pianta «eccellente» nella cattura della formaldeide. Occorre considerare che al calare della concentrazione di formaldeide nella camera, il tasso di assorbimento da parte delle piante diminuisce.

Anthurium rimuove anche altri inquinanti.

Rimuove dall’aria anche xilene e toluene, senza mostrare nessun effetto negativo sulla crescita. Tuttavia, altre piante sono più efficaci nel rimuovere questi inquinanti, ad esempio Chlorophytum comosum e Pelargonium odoratissimum. Mostrano però qualche effetto negativo nelle loro proprietà fisiologiche, come quantità di clorofilla o integrità delle membrane.

Ovviamente, come tutte le piante, Anthurium cattura anidride carbonica e restituisce ossigeno. Con le sue foglie cerose è sicuramente in grado di assorbire altre sostanze volatili presenti nell’ambiente.

Anthurium è anche stata usata nella vegetazione di «pareti verdi» insieme a molte altre piante.