Per ottimizzare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza cookies. Cliccando accetta si autorizza l'uso dei cookies. Maggiori informazioni
Accetto
Facebook Instagram

WHATSAPP +39 370 3650162

EMAIL info@regalasalute.it

 

Conosci le piante antinquinamento

Crassula portulacea

Caratteristiche e tecnica colturale

DESCRIZIONE

Pianta succulenta appartenente alla famiglia delle Crassulaceae, la cui origine è riconducibile alle zone aride dell’Africa meridionale.

Presenta un aspetto cespitoso in cui si riconoscono due porzioni, un fusto liscio privo di foglie e un fusto frondoso.

Le foglie sono posizionate in modo alternato e sono parecchio spesse com’è tipico delle piante grasse e di colore verde intenso; la loro superficie è liscia, grazie alla presenza di una cuticola che ha una funzione isolante.

La fioritura inizia i primi giorni d’autunno, per proseguire per tutto l’inverno ed è di colore che va dal bianco dei petali, al rosa delle venature di questi ed il rosso dei pistilli.

COLTURA

Il terreno deve essere quello adatto alle piante succulente, con caratteristiche mirate ad evitare i ristagni d’acqua all’interno del vaso.

In generale, non necessita di molte cure e si adatta facilmente agli ambienti domestici e ai diversi tipi di terreno.

Quando le temperature lo permettono gode del posizionamento all’aperto, ma devono assolutamente essere evitate le gelate.

Necessita di molta luce ed è preferibile utilizzare vasi di materiale naturale, traspirante, perché le sue radici necessitano di una buona ossigenazione e di spazio, per cui va rinvasata appena le radici fuoriescono dai fori.

MALATTIE

Come già detto è molto sensibile ai ristagni d’acqua che possono provocare il marciume della pianta stessa, riconoscibile dal rapido cambiamento di colore delle foglie che si scurisce tendendo al marrone,e iniziano a perdere il loro naturale turgore.

Può subire attacchi da parassiti come le Cocciniglie, il Ragnetto rosso e gli Afidi che bucano la superficie della foglia inoculando sostanze dannose per la pianta.

PARTICOLARITA’

Come pianta antinquinamento ha buone capacità di assorbire il toluene, l’etilbenzene, lo xilene, la formaldeide e l’ammoniaca.