Per ottimizzare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza cookies. Cliccando accetta si autorizza l'uso dei cookies. Maggiori informazioni
Accetto
Facebook Instagram

WHATSAPP +39 370 3650162

EMAIL info@regalasalute.it

 

Curare gli spazi in maniera naturale

Gli arredi scolastici

Alcune normative per saperne di più

L’arredamento scolastico, come banchi, cattedre, sedie, lavagne, scaffali contribuiscono ad aumentare l’inquinamento nelle scuole frequentate dai nostri figli.

Il problema maggiore è rappresentato dalla formaldeide, dichiarata cancerogena dall’ Airc (Associazione italiana per la ricerca sul cancro), e contenuta in tutti i mobili prodotti con truciolato e nobilitato.

 Con il passare del tempo infatti questa sostanza tende a distaccarsi e sprigionarsi nell’ambiente sotto forma di gas incolore, con un odore forte e pungente.

Questo agente può provocare numerosi inconvenienti, soprattutto per i ragazzi  e i bambini più sensibili all’asma e alle allergie, ma anche irritazioni alle mucose, stanchezza, sonnolenza, emicrania, nausea, vertigini.

Per riconoscere se arredi sono conformi, devono essere accompagnati da una dichiarazione di conformità nei valori limite, che sono di 0,1 parti per milione, ovvero 0,124 milligrammi per metro cubo.

Nel caso avessimo ancora qualche dubbio possiamo date un’occhiata al marchio dal Catas, (maggior istituto italiano di ricerca e prove sul legno d’arredamento) posto sui pannelli, ovvero la certificazione Cqa – formaldeide E1 (in questo caso il max della bassa emissione).

Altri requisiti da considerare sono i quelli antropometrici, dettate dall’ Uni (Ente Nazionale di Unificazione),infatti la corretta postura, la praticità ergonomica, la sicurezza, sono fondamentali soprattutto per i ragazzi che devono stare ore e ore sui libri.

Per questo motivo le misure di banchi e sedie devono essere concepiti per mantenere la schiena eretta, quindi lo schienale deve avere un’inclinazione tra i 95 e i 110 gradi, il banco deve essere sufficientemente ampio per permettere il rilassamento delle spalle e la sedia deve favorire il corretto posizionamento delle ginocchia.

Inoltre tutte le parti con cui è possibile venire a contatto, devono presentare arrotondamenti con un raggio di almeno 2 millimetri, e tutte le superfici devono risultare lisce al tatto.

Infine gli arredi devono riportare in etichetta il nome o il marchio del fabbricante, del distributore o del venditore, insieme alla data di fabbricazione.