Per ottimizzare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza cookies. Cliccando accetta si autorizza l'uso dei cookies. Maggiori informazioni
Accetto
Facebook Instagram

WHATSAPP +39 370 3650162

EMAIL info@regalasalute.it

 

Agenti inquinanti

Tricloroetilene

Dai prodotti del bricolage fino al rischio del Parkinson

Il tricloroetilene è  usato nell’industria come solvente, conosciuto anche come trielina, è un composto volatile dall’ odore caratteristico, simile a quello dell’ etere.

L’inquinamento avviene prevalentemente negli ambienti chiusi, dove tende ad accumularsi favorendo l’esposizione delle persone presenti.

Picchi di inquinamento si possono verificare quando si usano prodotti che emettono tricloroetilene, come alcune pitture, molti sverniciatori chimici.

Secondo IARC il tricloroetilene è probabile cancerogeno, infatti secondo studi  esiste una correlazione tra questa sostanza e tumori al fegato e reni.

In uno studio del 2011 pubblicato da Annuals of Neurology è stato riscontrato che un uso  assiduo di prodotti contenenti  questa sostanza può far aumentare di ben sei volte il rischio di sviluppare il morbo di Parkinson.

L’ indicazione è molto rilevante, in quanto il morbo di Parkinson è la malattia neurodegenerativa più diffusa dopo quella di Alzheimer.